26 Novembre 2020 - Safari urbano


Inserrato nel mio WUV (War Utility Veihicle) con pneumatici a prova di mine, a guida radar totale, senza cioè neanche uno spioncino ottico, corro per il corso principale della mia città, guardandolo nel dispay 3D del navigatore. Lussureggianti piante esotiche ombreggiano al sole primaverile che risplende nelle coloratissime vetrine d'ambo i lati. Ma solo nel display, perchè fuori deve essere tutto grigio ed uniforme, lo smoggone urbano di sempre.

Nel collegamento dati controllo le forniture del megastore dove mi sto recando, liste interminabili di ogni sorta di merce a prezzi risibili. Lasciato il WUV nel parcheggio sotterraneo in zona militare protetta, salgo con l'ascensore al piano superiore. La vista è desolante: interminabili file di scaffali vuoti e per terra solo scatole ed imballi strappati. Salgo al piano superiore ma senza eccessive speranze.

Da una vetrata osservo il panorama urbano fin dove la nebbia lo consente, di fianco, sotto, sopra e di lato un TV4D total immersion racconta in real time il quartiere che sto guardando, a detta loro sembrerebbe tutto tranquillo e delle esplosioni continue che sono sotto i miei occhi neanche un accenno.

Stanco senza aver fatto nulla, sazio senza aver mangiato, mi sdraio sul letto e prendo il solito sognifero al sapore di frutta...sto galleggiando sotto il sole tropicale e sto bene, magnificamente bene...
"Stai bene? Magnificamente bene?" - chiede la voce inconscia della pubblicità del sognifero - "Hai già provato il nuovo sognifero 'FinalExtremeDream'?, cosa aspetti, sei rimasto solo tu!- e di nuovo galleggio e sto bene, veramente bene, magnificamente bene.